mercoledì, 8 dicembre '21.
Sei il visitatore n° 2312698


Albo Pretorio

PAGO PA

UFFICI COMUNALI

Progetto di adeguemento depuratore loc. Ponte Trebbia

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

ATTI COMUNALI

PIANO STRUTTURALE COMUNALE

BIBLIOTECA

IBC Archivi storici in Emilia Romagna

CALENDASCO INFORMA

UN PO' DI STORIA

TAXI PER I PELLEGRINI

TURISMO


Cronologia della vita del Santo

LE PRINCIPALI TAPPE STORICHE DELLA VITA DI SAN CORRADO


1290 Corrado dei Confalonieri, piacentino, nasce in Castrum Calendaschi (Calendasco)

1315 circa Corrado causa l'incendio

1320 Dopo aver pagato del danno al Visconti Signore di Piacenza, si fa penitente

1320 Si ritira tra i frati francescani de penitentia del Terzo Ordine laicale presso l'hospitale vicino a Calendasco ed al mulino del gorgolare

1320 - 1340 Permanenza di Corrado nell'hospitale calendaschese guidato da frate Aristide. Al termine di questo periodo, il Santo parte alla volta della Città Santa di Roma come pellegrino

1342 Corrado giunge in Sicilia e si ritira tra le aspre montagne di Noto, svolgendo una vita eremitica in una grotta di pietra grezza

19 febbraio 1351 Corrado muore, spegnendosi mentre è in ginocchio in preghiera. Frate Lombardo, che viveva con lui, racconta la vita del Santo, scrivendola su un rotolo pergamenaceo che viene riposto assieme al corpo di Corrado. A Noto, per mano del Vescovo di Siracusa, ha inizio l'iter che porterà il piacentino a divenire Santo francescano per il Terzo Ordine Regolare, mentre la devozione della popolazione si accresce sempre più.

1580 ca. Da Noto giunge la notizia del riconoscimento della santità di Corrado

1611 I Giurati e gli Anziani di Noto scrivono una lettera per avere maggiori informazioni su Corrado, dichiarando al tempo stesso di aver già avuto notizia che il santo possedesse il Castello di Calendasco

1619 In Curia, il Vescovo decreta approva e firma il Legato sancti Conradi ove, dopo ricerche negli archivi, si viene a conoscere che san Corrado era nato fisicamente in Calendasco. Il Legato è voluto dal Nobile Giovan Battista Zanardi Landi, feudatario di Calendasco, che fa erigere nella chiesa del borgo sul Po una sontuosa cappella dedicata al santo, con obbligo di celebrazione.

1612 A Piacenza è costruita una cappella dedicata al Santo nella Cattedrale. Calendasco assurge Corrado come suo Celeste Patrono.



TornaTorna 

Unione Comuni Bassa Val Trebbia e Val Luretta

Servizio di TPL extraurbano - Nuova Autostazione

INFORMAZIONI

MI CERTIFICO DA SOLO

IMPOSTE E TRIBUTI COMUNALI

SERVIZI SCOLASTICI

SERVIZI SOCIALI

SERVIZI ON LINE

PARCO DEL TREBBIA - SIC/ZPS

RACCOLTA DIFFERENZIATA

PIANO ARIA INTEGRATO REGIONALE (PAIR 2020)

Sondaggi

Partecipa al Sondaggio




Galleria Fotografica

Tutte le immagini presenti nell'archivio fotografico del Comune di Calendasco



In Evidenza


Eventi Dicembre 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
   
<< Mese Prec


Archivio





Web Site a cura di
Edita S.p.A.